Il Welfare aziendale nella legge di Bilancio 2024

Welfare, le novità previste dalla legge di bilancio 2024

Le misure approvate hanno il merito di rafforzare gli strumenti di welfare aziendale, a tutto vantaggio dei lavoratori.

Tra le principali novità sul welfare previste dalla legge di bilancio per l’anno 2024 ci sono l’incremento della soglia di non imponibilità ai fini delle imposte sui redditi del percettore e l’ampliamento del novero delle misure incluse nel regime di esenzione, previste dall’articolo 6 del ddl di bilancio.

In particolare la soglia di non imponibilità dei fringe benefits è stata aumentata a 2.000 euro per i lavoratori dipendenti che hanno figli fiscalmente a carico, mentre è fissata a 1.000 euro la soglia per gli altri lavoratori dipendenti. Inoltre nel novero dei fringe benefits a favore dei dipendenti vengono incluse le somme erogate o rimborsate dal datore di lavoro relativamente al pagamento delle utenze domestiche (servizio idrico integrato, energia elettrica, gas naturale), alle spese per l’affitto della prima casa e agli interessi passivi sul mutuo per l’acquisto della prima casa.

Si tratta di misure che rafforzano gli strumenti di welfare aziendale perseguiti negli ultimi anni. Infine anche per il 2024, come contemplato dall’articolo 7 del ddl di bilancio, viene confermato al 5% il valore dell’aliquota dell’imposta sostitutiva sui premi di produttività erogati ai lavoratori dipendenti.